INSTAGRAM: 5 consigli da mettere subito in pratica

INSTAGRAM: 5 consigli da mettere subito in pratica

Instagram: se sei un semplice utente appassionato (uno dei 19 milioni di italiani attivi ogni mese) lo apri più volte al giorno e ci passi le ore; se sei un’azienda o un libero professionista non puoi non esserci, ma devi farlo nel modo giusto per ottenere risultati tangibili.

Ho messo insieme 5 consigli pratici, tra quelli che spiego più approfonditamente durante i miei corsi di Instagram, utilizzabili fin da subito, per dare una svolta al proprio profilo business e cominciare a vedere qualche risultato.

Se vuoi saperne di più ti aspettiamo in aula, il prossimo corso di Instagram comincia tra pochi giorni. Clicca qui per saperne di più.

 

1. OTTIMIZZA IL PROFILO ?

Partiamo dalle basi, ovvero dal biglietto da visita di cui ogni utente dispone su Instagram: il proprio profilo. Avevamo già visto quanto sia fondamentale una buona prima impressione sui social (qui l’articolo dedicato), aspetto che su Instagram ha doppiamente importanza. La bio, infatti, non è solo la prima cosa che si vede quando si arriva su un nuovo profilo Instagram, ma è anche utilissima per sfruttare keywords specifiche e hashtag a livello SEO. Alcune regole da seguire:

  • – scegliere username e foto profilo rappresentativi;
  • – scrivere una bio chiara e precisa, l’utente che legge deve essere in grado di capire chi siamo, in appena 150 caratteri;
  • – inserire una call to action connessa al tuo business;
  • – con un solo link a disposizione, è fondamentale saperlo sfruttare, magari utilizzando tools come Linkt.ree.

2. PRESIDIA LA TUA NICCHIA ?

L’esperta di Instagram Sue B Zimmerman utilizza spesso un paragone molto azzeccato per Instagram: ogni profilo è come una rivista, ogni post è una pagina diversa e può parlare di argomenti differenti, ma deve sempre mantenere le promesse descritte nella copertina, che corrisponde alla nostra bio.

Pertanto, così come nel mondo dei periodici le riviste hanno imparato a specializzarsi per attirare l’attenzione di un target di lettori specifico, anche su Instagram è importante circoscrivere i propri contenuti per riuscire a presidiare una nicchia di utenti davvero interessata che genererà engagement. Basta navigare nella sezione Esplora di Instagram, infatti, per verificare subito come i profili con più engagement in numero di followers e like/commenti sono quelli di utenti che hanno deciso di specializzarsi in un solo argomento, dallo sport al make up, dal mondo della moda a quello del cibo.

L’operazione può sembrare semplice, ma in realtà per ottenere risultati tangibili è necessaria costanza e un buon piano editoriale. Ma, ancora più importanti, sono i contenuti di ottima qualità: non dimenticare mai, infatti, che per gli utenti che lo utilizzano tutti i giorni, Instagram è il social “della creatività e della bellezza visiva“.

3. ENGAGEMENT IS THE KING ?

Spesso si tende a trascurare l’aspetto fondamentale di Instagram: il suo essere un social network, ovvero una piattaforma che mette in contatto persone diverse. Riuscire ad attirare l’attenzione degli utenti che navigano sul social e farli interagire con il proprio profilo, quindi, è fondamentale. Basti pensare che l’algoritmo di Instagram calcola come engagement positivo anche i secondi che un utente passa a leggere la bio di un profilo. Alcuni suggerimenti per stimolare l’azione:

  • – postare con frequenza, controllando dagli insight giorni/orari in cui i tuoi followers sono in maggior numero online;
  • – aggiungere una domanda nella descrizione per stimolare una risposta o una call to action diretta al proprio link in bio;
  • interagire con gli altri account attraverso commenti, like, etc;
  • – utilizzare strumenti come i sondaggi delle stories.

4. POST, STORIES O IG TV? ?

Instagram non hai mai specificato se nella sezione Esplora post, stories e IG TV siano favoriti o meno l’uno nei confronti dell’altro.

Gli esperti concordano nel dire che questo tipo di differenziazione non esiste, pertanto è consigliato utilizzare tutti gli strumenti che Instagram mette a disposizione, senza preferire uno all’altro. Più strumenti si utilizzano, più cresce la possibilità di creare un contenuto che intercetti il nostro target e faccia crescere la nostra visibilità, e quindi il nostro profilo.

5. SPONSORIZZA ?

Instagram e Facebook hanno già più volte dichiarato che gli account business saranno sempre più penalizzati nel feed degli utenti, a vantaggio dei profili privati. Anche per questo, le ads sono un ottimo strumento sia per aumentare l’engagement con i followers che già ci seguono, sia per raggiungere gli utenti che ancora non ci conoscono.

È importante, però, seguire alcuni accorgimenti:

  • – dilazionare il budget su più campagne, non spendere tutto subito;
  • – preferire la gestione inserzioni di Facebook a quella in app di Instagram, dove si riesce ad avere un controllo maggiore dei vari aspetti delle impostazioni della campagna; dalla gestione inserzioni, inoltre, è possibile lanciare una sponsorizzazione anche sulle stories (opzione al momento non disponibile sull’app);
  • – tenere monitorato per capire quale tipologia di obiettivo e target dà risultati migliori.

 

 Vuoi saperne di più sul mondo Instagram
per il tuo business? Ti aspettiamo in aula,

il prossimo corso Instagram comincia tra pochi giorni.